You

This can help to supply you with the choice write an essay for me of selecting the best essay writing service that is suitable for your needs.

might want to understand how long paper could be written.

Cosa devo fare in caso di sostituzione del veicolo?
Chiedere la modifica della polizza in base alle nuove caratteristiche del veicolo e del proprietario, se diverso, consegnando contestualmente contrassegno, certificato di assicurazione e carta verde.
Le polizze prevedono ancora 15 giorni di copertura dopo la scadenza?
Sì, tutte le nostre polizze prevedono i cosiddetti 15 giorni di mora dopo la data di scadenza, durante i quali si è assicurati a tutti gli effetti, fatta eccezione per i seguenti casi:
  • se è stata intimata disdetta
  • se la polizza ha una durata temporanea
  • se il cliente ha richiesto espressamente la deroga al tacito rinnovo (casi teorici poiché inesistenti)
Da tenere presente che l'estensione della copertura per 15 giorni, non è quasi mai prestata dalle compagnie che vendono polizze a mezzo telefono o internet.
Nei 15 giorni dopo la scadenza l’assicurazione è valida anche all’estero?
Sì a tutti gli effetti ma, poiché si entra in uno Stato sovrano, le autorità locali potrebbero eccepire la validità dell'assicurazione.
Quali sono le novità a favore degli assicurati introdotte della Legge Bersani 40/2007?
Diverse e importanti, ma vanno ricordate due in particolare. La prima, prevede che se una delle persone indicate nello stato di famiglia acquista una autovettura sia di prima immatricolazione che con passaggio di proprietà, ha diritto di vedersi riconosciuta la classe di merito più bassa indicata sulle polizze della famiglia stessa. La seconda, per le polizze diverse dalla RC Auto e del comparto Vita, la disdetta può essere effettuata anche per contratti con durata poliennale, a condizione che siano stati sottoscritti dopo il 02/04/2007. Per quelli stipulati prima di tale data, il diritto decorre trascorsi tre anni interi dalla sottoscrizione.
Quale è il massimale minimo di legge per la RC Auto?
Va premesso che i massimali indicano il massimo risarcimento che la Compagnia è tenuta a pagare e essi operano anche per i danni ai trasportati, compresi i famigliari più stretti e quindi avere un elevato massimale RC Auto è utile non solo per i cosiddetti "altri", ma anche per i propri cari e quindi per la famiglia. Attualmente per ciclomotori, motocicli, autovetture e natanti è di 774.685,35 €, ma il decreto legislativo 06/11/07 n. 198 stabilisce i nuovi massimali minimi per l'assicurazione della RC obbligatoria dei veicoli a motore e dei natanti nei seguenti termini:
  • nel caso di danni alla persona è fissato un importo minimo di copertura nella misura di 5.000.00,00 € per sinistro, indipendentemente dal numero delle vittime;
  • nel caso di danni alle cose è fissato un importo minimo di copertura nella misura di 1.000.000,00 € per sinistro, indipendentemente dal numero delle vittime.
La norma stabilisce inoltre, per l'adeguamento degli attuali massimali minimi di legge, un duplice termine di adempimento: entro l'11 dicembre 2009 diverranno obbligatori massimali pari almeno alla metà dei nuovi importi minimi fissati ed entro l'11 giugno 2012 dovranno obbligatoriamente essere previsti i nuovi massimali nella loro interezza.
Cosa cambia con l’indennizzo diretto?
Se si subisce un sinistro con ragione, anche parziale, sarà la propria compagnia e non quella dell'altro a liquidare il danno. Oggi, scegliere la compagnia di assicurazione è un fatto importante ed è indispensabile valutare, oltre al prezzo, l'affidabilità e la qualità del servizio offerto in particolare dall'Agenzia che è incaricata di assistere il cliente non solo nell'incasso del premio, ma anche nella liquidazione del danno.
La procedura dell’indennizzo diretto è sempre attivabile?
Premesso che qualora per un dato sinistro sia prevista la procedura dell'indennizzo diretto, è obbligatorio rivolgersi alla propria compagnia e che non è possibile intentare causa nei confronti della controparte, si è in regime di indennizzo diretto quando:
  • c'è stata collisione tra due soli veicoli
  • il sinistro è avvenuto in Italia tra veicoli immatricolati in Italia, compresi i ciclomotori dotati della nuova targa che permette il trasporto del passeggero
  • l'incidente non ha causato il decesso o lesioni con invalidità permanente superiore al 9% dei conducenti dei veicoli
Il danneggiato deve presentare richiesta di risarcimento alla propria compagnia compilando il modulo CAI - Constatazione Amichevole di Incidente a firma singola dell'assicurato stesso o congiunta con quella della controparte. In caso di firma congiunta la liquidazione avviene sempre in tempi molto rapidi entro un massimo di 30 giorni, mentre con firma singola è necessario verificare la versione della dinamica dell'incidente fornita dalla controparte e quindi l'attesa può prolungarsi fino a un massimo di 60 giorni.
Perché scegliere di riparare il veicolo in un carrozzeria Amica certificata e garantita Allianz?
Perché sono garantiti i seguenti vantaggi:
  • Procedura più snella e riparazione più celere
  • Ritiro e consegna del veicolo a domicilio
  • Franchigia dimezzata in caso di danneggiamenti a seguito di furto, atti vandalici, eventi naturali (grandine, uragani, tempeste, ecc.), garanzia kasko
  • Sconto sulla manodopera e sui pezzi di ricambio in caso di concorso di colpa
  • Check Up tecnico gratuito
  • Lavaggio esterno e interno della vettura
  • Pagamento diretto alla carozzeria da parte di Allianz
Cosa accade se causo un incidente stradale guidando in stato di ebbrezza?
Premesso che sotto il profilo assicurativo il Codice della strada definisce guida in stato di ebbrezza quando il conducente, al momento del sinistro, ha più di 0,50 gr di alcol per litro di sangue (pari a due bicchieri di vino) si possono determinare due situazioni, in base alla scelta effettuata dall'Assicurato al momento della sottoscrizione della polizza:
  • se le condizioni NON prevedono la limitazione alla rivalsa della compagnia per guida in stato di ebbrezza, la controparte ottiene la liquidazione del danno arrecato a cose e persone e la compagnia effettua la rivalsa nei confronti del proprio assicurato, richiedendo il rimborso dell'intero importo pagato che può andare da pochi euro fino all'intero massimale di polizza.
  • se le condizioni prevedono la limitazione alla rivalsa per guida in stato di ebbrezza, la controparte riceve la liquidazione come nell'ipotesi precedente, ma la compagnia si rivale sul proprio assicurato con il limite massimo di 516,00 €.
E’ possibile rimborsare il sinistro liquidato per non penalizzare la polizza?
Si, rimborsando l'importo liquidato a titolo definitivo su un sinistro, non solo la polizza non viene penalizzata ma si ottiene il miglioramento della classe di merito come se il sinistro stesso non fosse mai accaduto. In generale questa è un'opportunità qualora il danno sia di lieve entità e la polizza preveda una classe di merito a media classifica. Inoltre, qualora il sinistro rientri nel regime di indennizzo diretto, il rimborso dovrà essere effettuato alla così detta "camera di compensazione" dell'ISVAP. Per verificare la convenienza economica nel caso specifico e ottenere tutta l'assistenza per cogliere tale opportunità è consigliabile rivolgersi alla propria Agenzia di assicurazione.
In quali occasioni si ha diritto alla restituzione del premio r.c. auto?
In caso di vendita, di demolizione o di esportazione all'estero del veicolo in corso di contratto, purché la relativa garanzia RC Auto non venga trasferita su altro veicolo, In caso di furto del veicolo, con riferimento al periodo che va dal giorno successivo alla denuncia all'autorità di pubblica sicurezza a quello di scadenza indicato nel certificato di assicurazione. In tutti i casi sarà restituita la parte di premio pagata e non goduta al netto delle imposte di Legge e al contributo per SSN e dal momento della restituzione del certificato e contrassegno di assicurazione e la carta verde.